SANTO

Rubrica: Do you speak Ecclesiastico?

in collaborazione con la Cappelleneria della Pontificia Università Gregoriana


LA PAROLA DI OGGI: SANTO

Deriva dal latino sanctus, propriamente participio passato di sancire «sancire, rendere sacro». In origine questa parola era sinonimo di sacro, si riferiva a ciò che è in rapporto con una realtà diversa da quella naturale e umana (opposto quindi a profano). In senso più generale, definisce ciò che, consacrato da una legge morale o religiosa, è per tale motivo inviolabile, o di ciò che, per comune consenso degli uomini, è venerato religiosamente o è considerato degno di venerazione.


SI PRONUNCIA "SÀNTO".


PROVERBI ED ESPRESSIONI IDIOMATICHE: sono numerosi i proverbi italiani che fanno riferimento ai Santi: l’espressione “avere un Santo in Paradiso” significa godere della particolare protezione di qualcuno di importante. Se invece si sta vivendo un momento di difficoltà e non si riesce a trovare soluzioni si usa il detto “non sapere più a quale Santo votarsi”. In ogni caso, il proverbio “scherza con i fanti ma lascia stare i Santi” ci ricorda che è bene non parlare con leggerezza e in modo irriverente di Dio, dei Santi, e per estensione di qualsiasi cosa venerabile o seria.


CURIOSITÀ LINGUISTICA: la parola italiana “santo” in francese si traduce “saint”, in spagnolo “santo”, in rumeno “sfânt”, in catalano “sant”. È evidente l’origine comune dal latino sanctus: queste lingue vengono chiamate romanze o neolatine proprio perché sono l’evoluzione diretta del latino volgare, costituito dalle varietà linguistiche sviluppatesi a seguito dell'espansione dell'Impero romano. Oggi più di un miliardo di persone ha come lingua madre una lingua romanza e un miliardo e mezzo di individui (oltre un sesto dell'umanità) ne parlano una almeno come seconda o altra lingua


PER RIFLETTERE: i santi sono anche patroni di arti, mestieri, categorie sociali, città e i simboli della loro iconografia ci aiutano a orientarci in questo mondo di devozione, prendiamo come esempio Santa Lucia, patrona della vista ed una delle sante siciliane più celebri


PER APPROFONDIRE: Una lettura giornaliera che indichi il santo in una prospettiva interessante è stato pubblicato qualche anno fa dalla comunità di Bose, Il libro dei testimoni. Martirologio ecumenico, Edizioni San Paolo, 2002.

Post recenti

Mostra tutti

CIELO

ANGELO

FAMIGLIA